Gli orari di apertura della Sacra di San Michele, i costi, come arrivare e cosa fare nei dintorni. Ecco tutto quello che devi sapere.

L’abbazia della Sacra di San Michele è la meta ideale da incastrare in una vacanza in Piemonte, in Val di Susa o per una gita fuori porta. Si trova all’imbocco della Val di Susa a soli 40 km da Torino e racconta oltre mille anni di storia.

Sacra di San Michele

Già da lontano la sua sagoma cattura l’attenzione e non a caso noi l’abbiamo scelta come rappresentazione per il logo del nostro sito.

La Sacra svetta maestosa sul Monte Pirchiriano ma attenzione perché la vera magia non si sprigiona solo tra le sua mura ma è in tutto l’insieme: dagli interni ricchi di arte e leggende popolari fino ai panorami sconfinati sulla Val di Susa e nei dintorni, lungo i sentieri che attraversano i boschi circostanti, terre di passaggio dei pellegrini da millenni.

Siamo sicure che non potrai fare a meno di innamorarti di questo posto che con il suo fascino ha ispirato persino Umberto Eco nel suo bestseller “Il nome della rosa”.

Sacra di San Michele

Come arrivare

In auto

Clicca sulla mappa per calcolare il percorso fino al  parcheggio del Piazzale Croce Nera  a circa 10 minuti a piedi dalla Sacra di San Michele.
Il parcheggio è a pagamento 3 euro per due ore ed 1,50 euro per ogni ora di sosta successiva alla seconda.

In treno

Con la linea ferroviaria è possibile raggiungere la stazione del Comune di Avigliana dove è presente un servizio navetta che parte di fronte alla stazione in Piazzetta de Andreis attiva però solo nel periodo dal 3 aprile al 1 novembre al costo di 5€ a/r per adulti e 2,50€ per bambini fino a 3 anni e per adulti over 65. Tratta di 40 minuti.

  • Orari della Navetta a salire: 9:30 – 11:00 – 14:30 – 16:30 – 18:00
  • Orari della Navetta a scendere: 10:15 – 12:30 – 15:15 – 17:15 – 18:45

Per maggiori informazioni e aggiornamenti potete consultare il sito ufficiale della Sacra di San Michele  o il sito ufficiale del Comune di Avigliana o  contattare l’Ufficio Iat di Avigliana allo 011.9311873 oppure tramite mail: ufficioiat@turismoavigliana.it

Un’alternativa è invece scendere alla successiva fermata di Sant’Ambrogio e percorrere a piedi la Via Crucis 3Km con un dislivello di 609+, te ne parliamo qui.

A piedi

Sono 4 i principali percorsi per raggiungere la Sacra di San Michele, per approfondire l’argomento leggi il nostro articolo sui sentieri che portano alla Sacra di san Michele

  • Sentiero 502 da Sant’Ambrogio – La Via Crucis
  • Sentiero 503 da Chiusa San Michele – Antica mulattiera
  • Sentiero 562 da Vaie- Il più lungo
  • Sentiero dei Principi dalla Mortera – Il più panoramico

Sicuramente è il metodo che più ti consigliamo se ti piace camminare e se hai una giornata da dedicare a questa gita.

In altri modi

Oltre che a piedi e in macchina ci sono altri modi con cui puoi arrivare fin su. Ti consigliamo di dare un’occhiata anche a questo articolo dove ti raccontiamo come arrivare all’abbazia in bici e persino arrampicandoti sulle rocce del Monte Pirchiriano (non sei un arrampicatore seriale? niente paura se l’esercizio fisico non ti spaventa fa anche per te!).

Sacra di San Michele

Cosa non perderti nelle mura

PORTALE CARLO FELICE : in occasione della consegna della Sacra ai Monaci Certosini di Collegno venne donato il portale di accesso alla Chiesa. Il portale raffigura le armi di San Michele nella parte bassa ed il diavolo incatenato e tenuto ferma da una spada nella parte superiore.

LA STATUA DI SAN MICHELE ARCANGELO: scolpita da Paul dë Doss-Moroder, rappresenta un’interpretazione dell’Arcangelo Michele ed è alta 5.20 metri

Sacra di San Michele

LO SCALONE DEI MORTI: una ripida scalinata scavata nella roccia subito dopo l’ingresso all’abbazia. Prende il nome dagli scheletri dei monaci conservati appesi nelle nicchie laterali fino agli anni ‘30.

IL PORTALE DELLO ZODIACO: scolpito dal Maestro Nicolao (famoso architetto-scultore piacentino) deve il nome agli stipiti decorati con segni zodiacali e costellazioni. Oltre alla importanza artistica e culturale, ha una sua unicità: è il più antico ciclo romanico sullo Zodiaco e su altre costellazioni e contiene inoltre molte curiosità: tra queste.. una è inserita nella rappresentazione del segno del cancro, trovata?.

LA TORRE DELLA BELL’ALDA: questa torre, di circa 20 metri, è famosa per la leggenda che narra della disavventura della giovane Alda. Non esiste valsusino che non conosca questa storia. Scopri qua le leggende sulla Sacra di San Michele.

LE ANTICHE STANZE SAVOIA: sono una riproduzione delle antiche sale di soggiorno ricevimento e rappresentanza di Casa Savoia con decori e arredi d’epoca ottocentesca.

Sacra di San Michele

LA BIBLIOTECA: l’attuale biblioteca risale al 1836, coincide con l’arrivo sul Monte Pirchiriano dei Padri Rosminiani e contiene circa 10.000 volumi.
Inizialmente conteneva circa 300 tomi dei secoli XVII e XVIII e, con il tempo, vi si è accumulato un di testi non indifferente.

Orari

Orario estivo dal 16 marzo al 15 ottobre

Orario invernale – da novembre a febbraio

  • Da lunedì a venerdì: 9.30-12.30 / 14.30-17.00
  • Sabato: orario continuato 9.30-17.00
  • Domenica e 1° novembre, 8 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio: orario continuato 9.30-17.00 (dalle 12 alle 13 l’ingresso è consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa)
  • Giorni festivi (26 dicembre): orario continuato 9.30-17.00
  • 25 dicembre: 9.30-12.00 / 14.30-17.00 (dalle 11.45 l’ingresso è consentito per la partecipazione alla Messa solenne di Natale)

GENNAIO E FEBBRAIO: lunedì non festivo chiuso

Orario estivo – da marzo ad ottobre

  • Da lunedì a venerdì: 9.30-12.30 /14.30-18.00
  • Sabato: orario continuato 9.30-18.00
  • Domenica: orario continuato 9.30-18.00 (dalle 12 alle 13 l’ingresso è consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa)
  • Giorni festivi (Pasquetta, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno): orario continuato 9.30-19.00
  • 15 agosto: orario continuato 9.30-19.00 (dalle 12 alle 13 l’ingresso è consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa)

LUGLIO E AGOSTO: aperto tutti i giorni con orario continuato 9.30-19.00

Aperture straordinarie

  • 23 – 24 – 27 – 30 – 31 dicembre 2019: aperto con orario continuato 9.30-17.00
  • 2 – 3 gennaio 2020: aperto con orario continuato 9.30–17.00

Tariffe

Da martedì a domenica

  • Intero: 8 €
  • Ridotto:6 € (dai 6 ai 14 anni e oltre 65)
  • Gratuito per i minori di 6 anni


Sconto famiglie: due adulti e minimo due ragazzi dai 6 ai 18 anni pagano tutti il biglietto ridotto.
Visite guidate ogni domenica pomeriggio e il pomeriggio dei giorni festivi incluse nel biglietto d’ingresso; non è necessario prenotare, le visite sono ogni mezz’ora dalle 14.30 alle 16.30 (inverno) e 17.30 (estate).

Ogni primo sabato del mese, con una maggiorazione di 2€ sul biglietto d’ingresso, si potrà effettuare la visita speciale che permette oltre alla visita normale l’accesso alla biblioteca, alle antiche sale di Casa Savoia e al museo del quotidiano; non è necessario prenotare.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale della Sacra di San Michele.

Durata

La visita è libera quindi puoi organizzarti in base al tempo a tua disposizione, un paio d’ore dovrebbero esserti più che sufficienti per ammirare le bellezze di questo antico monastero.

I punti panoramici da cui scattare le tue foto più belle della Sacra di San Michele

  • Dal Sentiero dei Principi, la vista più bella è sicuramente da questo sentiero. Quindi se sali a piedi da frazione Mortera potrai regalarti questo panorama mozzafiato sulla Sacra e su Avigliana.
    Se arrivi in macchina parcheggia a Piazzale Santa Croce e ripercorri in discesa un tratto della strada provinciale fino a trovare un cartello sulla destra che indica l’inizio del Sentiero dei Principi.
    Il sentiero sale nel bosco e già dopo pochi passi potrai intravedere la Sacra di San Michele incorniciata dagli alberi. Prosegui ancora fino a Punta dell’Ancoccia e Picco del Faro e qui trovi la vista più bella di tutta la Val di Susa.

Sacra di San Michele

Sacra di San Michele

  • Dal Colle Braida, se dal Piazzale Croce Nera prosegui con l’auto per qualche chilometro arriverai al Colle Braida che divide la Val di Susa dalla Val Sangone. Da qui puoi fare una passeggiata sulla sterrata ( volendo percorribile anche in auto ) che porta alle borgate di Pian Pumè, Bennale e Folatone. Lungo questa strada trovi molti punti panoramici che ti regalano una splendida vista sulla Sacra di San Michele con il Monte Musinè sullo sfondo.

Sacra di San Michele

Dove fermarsi a mangiare

  • L’Om de Fer: Location molto suggestiva e raffinata, un angolo di Sant’Ambrogio che non ti aspetti. Il ristorante è situato in un antico castello ristrutturato con un giusto mix di antico e moderno e una vista sorprendente. É ideale per un pranzo/cena in dolce compagnia.
  • Ristorante Dal Merlo: situato ai piedi del Monte Pirchiriano nel Comune di Sant’Ambrogio a due passi dalla partenza della ferrata e del percorso della Via Crucis. Offre piatti sorprendenti con accostamenti e note di gusto che sicuramente ti stupiranno. Traspare bene la loro passione per la cucina da ogni piatto, con una carta vini che segue l’altezza delle aspettative.
  • Agriturismo Cascina dei Canonici: Il locale è un agriturismo a gestione familiare ed emana un’atmosfera calda e cacirosa. Ideale per un pranzo in famiglia con un impareggiabile vista (e a due passi) dalla Sacra di San Michele.
    Il menù segue la cucina tradizionale e utilizza prodotti genuini di produzione della cascina. La domenica propongono 3 menù:

    • menù del pellegrino
    • menù degustazione
    • menù del pellegrino goloso

Scrivici qui sotto la tua mail per ricevere tutte le novità dal nostro sito, a poco a poco ti facciamo scoprire le esperienze che questa meravigliosa valle ha da offrirti.

Siamo Arianna e Alessandra

Autrici del blog Visit Val di Susa.
Ci occupiamo noi stesse di tutto quello che leggerai sul sito: dalla fotografia alla scrittura degli articoli, tutte le nostre passioni le riuniamo qui dentro.