Che tu sia qui per un’uscita in giornata o per una breve vacanza, perché non pensare di raggiungere la Sacra di San Michele invece che in macchina, a piedi, in bici o arrampicandoti?


 

 

1. A piedi, per la Mulattiera Sant’Ambrogio – Sacra di San Michele

Ci sono numerosi itinerari che permettono di raggiungere l’abbazia camminando. Qui ti proponiamo l’antica mulattiera che collega il comune di Sant’Ambrogio alla Sacra di San Michele.

Il percorso parte da dietro la chiesa “San Giovanni Vincenzo” a Sant’Ambrogio e si svolge su una mulattiera in parte sterrata e in parte lastricata.

Lungo il sentiero, fino alla frazione di San Pietro, sono presenti le 15 stazioni della Via Crucis.

Arrivati alla borgata San Pietro la si attraversa fino ad arrivare al piazzale Croce Nera e da li in 10 minuti si percorre l’ultimo  tratto asfaltato fino alla Sacra di San Michele.

  • Partenza: Sant’Ambrogio, chiesa San Giovanni Vincenzo (353 m)
  • Arrivo : Sacra di San Michele  (962 m)
  • Dislivello: 609 m
  • Distanza: 6 km
  • Difficoltà: E escursionisti

2. In bici, sulla sp 188 Avigliana – Sacra di San Michele

Il Monte Pirchiriano è sicuramente una vetta da aggiungere alle vostre conquiste in bici e la salita alla Sacra è uno dei giri classici della Val di Susa. Le varianti sono molte: passando da Avigliana, da Giaveno, compiendo un giro ad anello o passando per i boschi in mtb ( pian piano te li racconteremo tutti ).

Oggi ti proponiamo la salita classica con bici da strada, sulla provinciale 188 che da Avigliana ti porta fino all’Abbazia.

Sono 12 km ( con partenza dal Lago Grande ), la pendenza in alcuni tratti è sfidante, arriva a toccare anche  l’11%.

Sentirai ogni singola pedalata, ogni singolo chilometro ma è proprio questo il bello di vivere appieno una salita, sfidare i propri limiti e conquistarsi la vetta!

Il bosco che attraverserai non sarà solo una macchia di colore vista dal finestrino di un’auto, ma ti accorgerai che è pieno di vita!

Cosa c’è dietro quella curva? Una nuova vista panoramica ti aspetta ad ogni tornante. Nelle giornate più limpide si vede tutta la valle fino a Torino. Si vedono la Mole Antonelliana, Superga e persino il nuovo grattacielo San Paolo.

  • Partenza: Avigliana, Lago Grande (353 m)
  • Arrivo : Sacra di San Michele  (962 m)
  • Dislivello: 609 m
  • Distanza: 6 km
  • Difficoltà: E escursionisti

 

Consiglio: se prosegui per altri due chilometri, puoi raggiungere il Colle Braida (1006 m), che divide la Val di Susa dalla Val Sangone. Lì in cima trovi un’area pic-nic e una fontana dove dissetarti.


3. Per le rocce,  da Sant’Ambrogio – Sacra di San Michele

La via che ti porterà alla Sacra di San Michele arrampicandoti è la Ferrata Carlo Giorda.

Una delle ferrate più spettacolari della valle ( sicuramente non l’unica, leggi qui della ferrata dell’Orrido di Foresto).

Si parte da Sant’Ambrogio in località croce bell’Alda e per raggiungere la Sacra di San Michele ci si arrampica lungo tutta la via ferrata.

Il percorso ha una durata di circa 4 ore, ti serviranno solo un kit da ferrata ( se non ne possiedi uno puoi noleggiarlo ad esempio da Trekking sport ad Avigliana), una bella giornata di sole e voglia di avventura.

Ti abbiamo detto tutto quello che devi sapere sulla Ferrata Carlo Giorda in questo articolo.

Se hai già vissuto una di queste esperienze raccontacela e se hai bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a scriverci.

 

Scrivici qui sotto la tua mail per ricevere tutte le novità dal nostro sito, a poco a poco ti facciamo scoprire le esperienze che questa meravigliosa valle ha da offrirti.

Siamo Arianna e Alessandra

Autrici del blog Visit Val di Susa.
Ci occupiamo noi stesse di tutto quello che leggerai sul sito: dalla fotografia alla scrittura degli articoli, tutte le nostre passioni le riuniamo qui dentro.