Per raggiungere il rifugio Toesca si attraversano i suggestivi paesaggi del Parco Orsiera Rocciavrè, il profumo del bosco e la luce che filtra fra i rami degli alberi che a poco a poco si diradano, poi il paesaggio cambia, lascia spazio ad ampi pendii erbosi e alle prime vette che si iniziano ad intravedere in lontananza. Il Rifugio si trova a 1710 metri ed è uno dei pochi che rimane aperto per quasi tutto l’anno. Puoi arrivarci d’estate con un trekking di un paio d’ore o d’inverno con sci e ciaspole. Sulla tavola ti aspettano antipasti piemontesi come peperoni con bagna caoda, acciughe, taglieri di salumi e formaggi, 

la polenta e per finire torte fatte in casa e i digestivi del gestore fatti con profumate erbe alpine. D’estate non farti mancare il gelato fatto con latte d’alpeggio o le birre prodotte artigianalmente. Con la bella stagione poi tutto attorno al rifugio, poste all’ombra degli alberi, trovi delle invitanti amache che farai fatica a non testare dopo pranzo. Ti consigliamo poi di fermarti almeno una notte per goderti le meraviglie di questo parco, potrai pernottare in rifugio o d’inverno nel campo base della Ferrino in speciali tende progettate per essere confortevoli anche alle temperature più rigide.

Mappa

Descrizione itinerario

A San Giorio di Susa svolta verso la montagna supera le borgate: Balma, Martinetti, Pognant fino ad arrivare a Città. Qui un cartello con scritto Rifugio Toesca indica una strada sterrata da percorrere fino alla localita’ di Cortavetto dove puoi lasciare l’auto. Da qui parte anche il sentiero che porta al Rifugio Valgravio.

Da Cortavetto, si scende in circa 5 minuti ai laghetti del “Paradiso delle rane” da qui si segue il sentiero n.513, Sentiero dei Franchi e si arriva al Rifugio Amprimo in circa 30-40 minuti. Da qui si hanno due scelte: si può seguire il sentiero che passa sul dosso posto a est del Rifugio Amprimo, in quanto molto panoramico, oppure si può scegliere di seguire il sentiero che sale direttamente dal rifugio, in direzione sud che di solito è il più battuto. Entrambi i sentieri raggiungono le costruzioni della Balmetta, quindi si prosegue per pendii più aperti e poi con un’ultima salita più ripida si sale fino al Rifugio Toesca .

Rifugio Toesca

Il Rifugio Toesca, la porta alle vette più belle del Parco Orsiera, cucina montanara, notti in tenda sotto le stelle
e amore infnito per la montagna 

Iscriviti alla Newsletter per ricevere ogni mese tutte le novità sulla Val di Susa, a poco a poco ti facciamo scoprire le esperienze che questo meraviglioso territorio ha da offrirti.

Rifugio Toesca

Ciao!
Siamo Arianna e Alessandra

Piacere di averti qui, siamo le autrici del blog.
Il nostro obiettivo é quello di rendere la tua esperienza in Valsusa qualcosa di magico e unico. Fotografiamo, raccogliamo idee, scriviamo e poi ci vediamo qui su Visit Val di Susa.