Paradiso delle rane

Un laghetto alpino casa della rana temporaria, puoi crogiolarti sulle sue sponde ascoltando il gracidio delle ranocchie o partire in esplorazione del Parco Naturale Orsiera Rocciavrè

A 1260 m nella frazione di Cortavetto c’è un piccolo lago chiamato il Paradiso delle Rane. Casa della rana alpina, è anche la destinazione perfetta per una giornata a contatto con la natura, sia per chi è in cerca di belle passeggiate che per chi vuole solo un pò di relax. Tutto attorno al lago ci sono pannelli che raccontano la storia di questi piccoli anfibi, tavolini in legno per pranzare e prati dove stendersi al sole.

Al lago è presente anche un punto ristoro dove poter gustare un buon pranzetto o fare merenda. Se vuoi esplorare i dintorni da qui partono le escursioni verso i 3 rifugi di questa zona del parco: il Valgravio, l’Amprimo e il Toesca. Essendo raggiungibile in auto questa località è perfetta per chi non vuole rinunciare alla montagna ma non può fare lunghe escursioni o per i piccoli camminatori ai primissimi passi.

Mappa

null

Dislivello: 175

null

Distanza: 2,1 Km

null

Altitudine: 1250 m slm

null

Difficoltà: E

null

Punto di partenza: Città (San Giorio)

null

Percorribile: A piedi, in mountain bike, con le ciaspole, in auto

Come Arrivare

L’itinerario che porta al Paradiso delle Rane parte dalla frazione Città raggiungibile da San Giorio. Arrivati alla borgata si imbocca una strada sterrata che in circa 2 chilometri porta in località Cortavetto. Questo tratto è percorribile anche in auto durante la bella stagione mentre d’inverno la sbarra è chiusa e si può passare solo a piedi.

Giunti in località Cortavetto si può lascia l’auto nel parcheggio e si segue il sentiero 513 che in neanche 5 minuti porta al primo laghetto, proseguendo sul sentiero dopo qualche minuto si incontra il secondo.

E’ possibile compiere anche un breve anello attorno ai due laghi. Lasciata l’auto in località Cortavetto si prosegue dritti sul Sentiero dei Franchi, si oltrepassano le case e si rimane sul sentiero svoltando a destra e arrivando ad incrociare il sentiero 513 con cui arrivare sulle spende del lago.

Cosa c'è nei dintorni