Che vita sarebbe senza le curve? Quelle di cui ti stiamo per parlare sono davvero mozzafiato!

La strada Provinciale 172  nel tratto valsusino collega Susa passando da Meana fino al Colle delle Finestre ed ha uno sviluppo di 18,7 km, un dislivello di 1.692 metri e una pendenza media del 9% con un totale di 33 tornanti!

La carrozzabile è quasi del tutto asfaltata,  tranne gli ultimi 8 Km ma è comunque agevole.

Se segui il Giro d’Italia ti capiterà sicuramente di averla vista!

 

Assietta E Colle delle Finestre

 

Arrivati al Colle, si può ammirare il bellissimo panorama su tutto il fondo valle, con la strada che si snoda fino a finire nel bosco. Sulla destra una strada militare parzialmente scavata nella roccia porta in 10 minuti al Forte del Colle delle Finestre costruito nel 1891.

Mentre si va su si può dare un attento sguardo alle pietre alla nostra sinistra. Sono colme di scritte inerenti alla Prima e Seconda Guerra Mondiale: vi sono scritte con W il 1919, il 1915 ecc; oppure semplici firme dei soldati dei reggimenti ai tempi della guerra.

Da qui parte l’anello dei Forti, un’idea per un escursione sulle vecchie strade militari.

 

Assietta E Colle delle Finestre

 

Si può proseguire lungo la facile strada sterrata che porta al Colle della Vecchia con percorso dolce lungo le  pendici dei monti Pintas e Fattiere.

Bellissimo percorso panoramico con tratti a picco su Pian dell’Alpe.

 

Assietta E Colle delle Finestre

 

Attraversati alcuni canaloni, dei tornanti ravvicinati conducono al Colle della Vecchia, dove si trova il curioso Dente della Vecchia.

Una grande roccia posta in verticale piovuta, non si capisce bene da dove, posta proprio a metà del colle il Dente della Vecchia è lì a tessere leggende, ad alimentare storie, dando il nome suggestivo al Colle della Vecchia, tra il Colle delle Finestre e il Colle dell’Assietta.

Da qui in avanti si apre il Vallone Barbier, ampio e dolce; invece di seguire interamente la strada si possono tagliare gli ampi tornanti puntando alla Punta del Mezzodì, nei pressi della quale è visibile una il Forte di Mezzodì.

Per una gita in giornata si può tornare indietro scendendo per lo stesso percorso dell’andata oppure si può decidere di proseguire passando diverse fortificazioni militari come le Caserme e il Forte del Gran Serin fino ad arrivare al Rifugio Casa Assietta, allungando decisamente il tragitto (circa 5 ore per 17 km di percorso in andata).

 

 

Mappa Anello Forti Militari

Per un trekking lungo ma più soft si può pensare di dividere l’itinerario passando la notte al Rifugio Casa Assietta. La strada di ritorno percorre la famosa strada dell’Assietta fino a rientrare al Colle delle Finestre con il doppio del tempo.

E’ la più famosa strada militare delle Alpi Occidentali ed è il percorso militare più alto d’Europa, toccando quota 2.550 presso la Testa dell’Assietta.

Presenta lungo il suo tracciato numerose fortezze che risalgono a differenti epoche storiche, e può costituire pertanto un vero e proprio museo a cielo aperto della storia delle fortificazioni di montagna.

La strada dell’assietta è un bellissimo percorso da seguire anche in mtb, moto da enduro o 4×4, ma questa è un’altra storia! 

Scrivici qui sotto la tua mail per ricevere tutte le novità dal nostro sito, a poco a poco ti facciamo scoprire le esperienze che questa meravigliosa valle ha da offrirti.

Siamo Arianna e Alessandra

Autrici del blog Visit Val di Susa.
Ci occupiamo noi stesse di tutto quello che leggerai sul sito: dalla fotografia alla scrittura degli articoli, tutte le nostre passioni le riuniamo qui dentro.